top of page

Catalogo

Desideriamo dare una cornice su misura alla vitalità delle lingue di questa area, nonché alla gamma dei temi e delle forme adottati, dalla quartina di ascendenza popolare alle invenzioni tipografiche e stilistiche del futurismo, elaborando con cura i nostri volumi e riprendendo il formato di una collezione storica di Trieste: quella, così elegante, dello Zibaldone curato da Anita Pittoni.

 

Ogni raccolta o antologia è preceduta da una prefazione firmata da un eminente specialista, quale può essere un editore o un professore dell’Università di Trieste, ed è seguita da una postfazione che delinea l’itinerario dell’opera richiamando altri scritti dell’autore. A ciò si aggiunge un breve apparato critico e una bibliografia che invita ad ulteriori approfondimenti.

Con pazienza, determinazione ed entusiasmo, desideriamo tracciare in questo modo una cartografia letteraria e linguistica di un territorio unico, situato tra l’azzurro sereno e la dura pietra, tra i riflessi dell’Adriatico e il candore della roccia carsica che si estende ai piedi delle Alpi Giulie, là dove le opere e i giorni degli uomini attraversano vividi le vicissitudini della storia.

Couv1Giotti.jpeg

Ferruccio (Fery) Fölkel

« Monàde è un libro esemplare, di quelli che resteranno, sono certo, come testimonianza anche di un grande rigore nel profluvio di libri e libretti di versi da cui siamo assiepati. Perché è un libro necessario, per chi lo ha scritto e per i suoi lettori. Non sempre, dietro le pagine di libri che leggiamo, avvertiamo un senso di necessità. Qui, sì. »

Elvio Guagnini

Acquista :

Brazzoduro-COUV.jpeg

Virgilio Giotti

«  Il verso di Giotti esprime a meraviglia il senso più povero e umano del focolare e della famiglia, il senso d’una vita stretta a ridosso delle più elementari verità quotidiane: la lotta per il pane, la moglie, i bimbi, il breve orizzonte domestico; e fuori di lì, l’orrenda gazzarra del mondo, la perdizione, il nulla. »

Eugenio Montale

Acquista :

Couv1Fölkel.jpeg

Gino Brazzoduro

« I confini, è risaputo, separano e dividono, con l’inesorabilità di ogni spartiacque; propongono ‒ e alle volte impongono ‒ scelte ineludibili, secondo la dura logica del dilemma secco: aut-aut. Ma possono anche diventare linee di sutura e di giunzione di lembi eterogenei ed insinuare un’altra logica, più aperta: quella dell’et-et. [...] Queste pagine sono dedicate a chi vive su un qualche confine (e magari non lo sa.....). »

 

Gino Brazzoduro

Se procurer le livre :

Biagio Marin

« Marin è un mistico dell'unità della vita. [...] La bruciante tensione del linguaggio, che abolisce ogni distinzione fra poesia e filosofia, mito e concetto, si protende ad afferrare con amore la vita dell'essere. »

 

Claudio Magris

Se procurer le livre :

couv-marin-14,3_Page_1.png
bottom of page